Gaetano, il mare e la SLA: il progetto “Io Posso”

Ci sono malattie terribili, come la SLA, che provano a toglierti tutto. Ma grazie a Dio non sempre ci riescono.

La storia di Gaetano e del bellissimo progetto IO POSSO è un esempio prezioso di come l’amore, l’amicizia e la passione riescano a superare e vincere anche le sfide più dure.

Gaetano ha scoperto di essere malato di SLA a 37 anni, in un periodo fortunato della sua vita: una promozione sul lavoro che lo riavvicinava a casa, la seconda figlia in arrivo. “Quando scopri la malattia, la vita ti sembra finita” mi racconta sua moglie Giorgia, “vedi tutto nero, non ti immagini neppure di poter uscire dalla tua stanza”.

Dopo un primo periodo durissimo, Gaetano tira fuori il suo vero carattere e la sua vera personalità. Da bravo “lottatore”, decide di affrontare la malattia senza abbattersi e inventa un motto per trovare forza ogni giorno: “Io Posso”. Alcuni amici gli chiedono “Gae, cosa possiamo fare per te? Dicci un tuo sogno e noi faremo di tutto per realizzarlo”. Dopo pochi giorni Gaetano risponde “Voglio tornare al mare”. Passano pochi mesi e viene aperta a San Foca (Lecce) la prima spiaggia attrezzata per malati con disabilità gravi, malattie neurodegenerative, come la SLA. La spiaggia prende il nome “Terrazza tutti al mare”.

“Poter ritornare in spiaggia, stare in mezzo alla gente, vedere le bimbe correre sulla spiaggia, è stato come rinascere” dice Gaetano. Ma non finisce qui. I suoi amici decidono di attrezzarsi per far fare il bagno agli ospiti della Terrazza, e con l’ausilio di alcune barelle speciali, chiunque voglia può immergersi e “fluttare”.

Quando Flavia mi ha contattato sono rimasto subito colpito da questo progetto: un concentrato di amore, amicizia, dolore, speranza, fatica, coraggio. Ho avuto la fortuna di passare alcuni giorni alla Terrazza per realizzare le riprese, ho potuto conoscere Gaetano e Giorgia, cenare in loro compagnia, ammirare la dedizione e la passione dei tantissimi volontari che ogni giorno tengono in piedi la struttura.

Un privilegio, per me, poter raccontare questa bellissima storia incredibile.

Il video è finito anche sul sito del Corriere della Sera. 🙂

video, nicola gennari, storytelling, sla video, nicola gennari, storytelling, sla video, nicola gennari, storytelling, sla video, nicola gennari, storytelling, sla